Collegati con noi

Collegati con noi in qualche modo...

attraverso Facebook, Twitter o con gli RSS



O

ISCRIVITI AI NOSTRI RSS FEED

Abbonati ai nostri RSS per essere sempre aggiornato sul nostro sito
Iscriviti

Frasi sull'argomento fedeltà 5

Benczur, Gyula - Reading Woman in the Forest (1875)

dillo con parole sue

Elias Canetti : clicca per leggere tutte le frasi di questo autore Inserita circa 11 anni fa |Commenti(0) |

Valutata 2.74/5 (54.86%) (370 Voti)
Invia ad un amico Invia ad un amico:)

Wikipedia contiene una voce riguardanteWikipedia>>Elias Canetti

Un amore quanta parte di un altro amore può lavare via? L'illusione della fedeltà.



Aldo Palazzeschi : clicca per leggere tutte le frasi di questo autore Inserita circa 10 anni fa |Commenti(0) |

Valutata 2.48/5 (49.6%) (298 Voti)
Invia ad un amico Invia ad un amico:)

Wikipedia contiene una voce riguardanteWikipedia>>Aldo Palazzeschi

Non vi è sposa fedele ... che almeno con gli occhi non abbia tradito il coniuge parecchie volte



Umberto Galimberti : clicca per leggere tutte le frasi di questo autore Inserita circa 10 anni fa |Commenti(0) |

Valutata 2.67/5 (53.48%) (267 Voti)
Invia ad un amico Invia ad un amico:)

Wikipedia contiene una voce riguardanteWikipedia>>Umberto Galimberti

La fedeltà, se la vogliamo scarnificare un po', è la virtù di chi si sente più debole nella coppia e ha l'impressione che, perso quell'uomo o quella donna con cui vive, non ha altra chance che il deserto della solitudine. E allora si abbarbica all'indifferenza dell'altro/a, quando non alla sua ostilità, profondendosi in quelle forme esasperate d'amore che sono il rovescio del suo bisogno assoluto dell'altro. / (articolo da D la Repubblica delle Donne)



Marguerite Duras : clicca per leggere tutte le frasi di questo autore Inserita circa 10 anni fa |Commenti(0) |

Valutata 2.59/5 (51.85%) (302 Voti)
Invia ad un amico Invia ad un amico:)

Wikipedia contiene una voce riguardanteWikipedia>>Marguerite Duras

Ho dimenticato le parole per dirtelo. Contrariamente a tutte le apparenze, non sono una donna che si abbandona corpo e anima all’amore di un solo essere. Sono una persona infedele. Volevo dirti quello che penso, e cioè che bisogna sempre conservare per se stessi un posto, una sorta di luogo personale, sì, per esservi soli e amare. / (Emily L.)



Giovanni Giudici : clicca per leggere tutte le frasi di questo autore Inserita circa 8 anni fa |Commenti(0) |

Valutata 2.59/5 (51.74%) (259 Voti)
Invia ad un amico Invia ad un amico:)

Wikipedia contiene una voce riguardanteWikipedia>>Giovanni Giudici

Una sera come tante, e nuovamente / noi qui, chissà per quanto ancora, al nostro / settimo piano, dopo i soliti urli / i bambini si sono addormentati, / e dorme anche il cucciolo i cui escrementi / un’altra volta nello studio abbiamo trovati. / Lo batti col giornale, i suoi guaiti commenti. / / Una sera come tante, e i miei proponimenti / intatti, in apparenza, come anni / or sono, anzi più chiari, più concreti: / scrivere versi cristiani in cui si mostri / che mi distrusse ragazzo l’educazione dei preti; / due ore almeno ogni giorno per me; / basta con la bontà, qualche volta mentire. / / Una sera come tante (quante ne resta a morire / di sere come questa?) e non tentato da nulla, / dico dal sonno, dalla voglia di bere, / o dall’angoscia futile che mi prendeva alle spalle, / né dalle mie impiegatizie frustrazioni: / mi ridomando, vorrei sapere, / se un giorno sarò meno stanco, se illusioni / / siano le antiche speranze della salvezza; / o se nel mio corpo vile io soffra naturalmente / la sorte di ogni altro, non volgare / letteratura ma vita che si piega nel suo vertice, / senza né più virtù né giovinezza. / Potremmo avere domani una vita più semplice? / Ha un fine il nostro subire il presente? / / Ma che si viva o si muoia è indifferente, / se private persone senza storia / siamo, lettori di giornali, spettatori / televisivi, utenti di servizi: / dovremmo essere in molti, sbagliare in molti, / in compagnia di molti sommare i nostri vizi, / non questa grigia innocenza che inermi ci tiene / / qui, dove il male è facile e inarrivabile il bene. / È nostalgia di un futuro che mi estenua, / ma poi d’un sorriso si appaga o di un come-se-fosse! / Da quanti anni non vedo un fiume in piena? / Da quanto in questa viltà ci assicura / la nostra disciplina senza percosse? / Da quanto ha nome bontà la paura? / / Una sera come tante, ed è la mia vecchia impostura / che dice: domani, domani… pur sapendo / che il nostro domani era già ieri da sempre. / La verità chiedeva assai più semplici tempre. / Ride il tranquillo despota che lo sa: / mi numera fra i suoi lungo la strada che scendo. / C’è più onore in tradire che in essere fedeli a metà / / (Giovanni Giudici, Una sera come tante da La vita in versi)



Back to front page