Collegati con noi

Collegati con noi in qualche modo...

attraverso Facebook, Twitter o con gli RSS



O

ISCRIVITI AI NOSTRI RSS FEED

Abbonati ai nostri RSS per essere sempre aggiornato sul nostro sito
Iscriviti

Frasi sull'argomento nostalgia 7

Laurits Andersen Ring - Ved frokostbordet og morgenaviserne

dillo con parole sue

Milan Kundera : clicca per leggere tutte le frasi di questo autore Inserita circa 7 anni fa |Commenti(0) |

Valutata 2.67/5 (53.48%) (264 Voti)
Invia ad un amico Invia ad un amico:)

Wikipedia contiene una voce riguardanteWikipedia>>Milan Kundera

In spagnolo, "añoranza" viene dal verbo "añorar" ("provare nostalgia"), che viene dal catalano "enyorar", a sua volta derivato dal latino "ignorare". Alla luce di questa etimologia, la nostalgia appare come la sofferenza dell'ignoranza. / / Bac



Milan Kundera : clicca per leggere tutte le frasi di questo autore Inserita circa 7 anni fa |Commenti(0) |

Valutata 2.61/5 (52.28%) (215 Voti)
Invia ad un amico Invia ad un amico:)

Wikipedia contiene una voce riguardanteWikipedia>>Milan Kundera

La luce rossastra del tramonto illumina ogni cosa con il fascino della nostalgia: anche la ghigliottina. / (L'insostenibile leggerezza dell'essere)



Salvatore Quasimodo : clicca per leggere tutte le frasi di questo autore Inserita circa 4 anni fa |Commenti(0) |

Valutata 2.61/5 (52.15%) (303 Voti)
Invia ad un amico Invia ad un amico:)

Wikipedia contiene una voce riguardanteWikipedia>>Salvatore Quasimodo

VICOLO / Mi richiama talvolta la tua voce, / e non so che cieli ed acque / mi si svegliano dentro: / una rete di sole che si smaglia / sui tuoi muri ch’erano a sera / un dondolio di lampade / dalle botteghe tarde / piene di vento e di tristezza. / / Altro tempo: un telaio batteva nel cortile / E s’udiva la notte un pianto / Di cuccioli e di bambini. / / Vicolo: una croce di case / Che si chiamano piano, / e non sanno ch’ è paura / di restare sole nel buio.



João Guimarães Rosa : clicca per leggere tutte le frasi di questo autore Inserita circa 3 anni fa |Commenti(0) |

Valutata 2.62/5 (52.33%) (193 Voti)
Invia ad un amico Invia ad un amico:)

Wikipedia contiene una voce riguardanteWikipedia>>João Guimarães Rosa

Ogni nostalgia è una specie di vecchiaia. / (Grande Sertão)



Salvatore Quasimodo : clicca per leggere tutte le frasi di questo autore Inserita circa 3 anni fa |Commenti(0) |

Valutata 2.77/5 (55.4%) (239 Voti)
Invia ad un amico Invia ad un amico:)

Wikipedia contiene una voce riguardanteWikipedia>>Salvatore Quasimodo

Già la pioggia è con noi, / scuote l’aria silenziosa. / Le rondini sfiorano le acque spente / presso i laghetti lombardi, / volano come gabbiani sui piccoli pesci; / il fieno odora oltre i recinti degli orti. / Ancora un anno è bruciato, / senza un lamento, senza un grido / levato a vincere d’improvviso un giorno.



Salvatore Quasimodo : clicca per leggere tutte le frasi di questo autore Inserita circa 3 anni fa |Commenti(0) |

Valutata 2.57/5 (51.45%) (234 Voti)
Invia ad un amico Invia ad un amico:)

Wikipedia contiene una voce riguardanteWikipedia>>Salvatore Quasimodo

Finita è la notte e la luna / si scioglie lenta nel sereno, / tramonta nei canali. / / È cosí vivo settembre in questa terra / di pianura, i prati sono verdi / come nelle valli del sud a primavera. / Ho lasciato i compagni, / ho nascosto il cuore dentro le vecchie mura, / per restare solo a ricordarti. / / Come sei più lontana della luna, / ora che sale il giorno / e sulle pietre batte il piede dei cavalli!



Ugo Foscolo : clicca per leggere tutte le frasi di questo autore Inserita circa 3 mesi fa |Commenti(0) |

Valutata 2.15/5 (43.08%) (65 Voti)
Invia ad un amico Invia ad un amico:)

Wikipedia contiene una voce riguardanteWikipedia>>Ugo Foscolo

Né più mai toccherò le sacre sponde / ove il mio corpo fanciulletto giacque, / Zacinto mia, che te specchi nell'onde / del greco mar da cui vergine nacque / / Venere, e fea quelle isole feconde / col suo primo sorriso, onde non tacque / le tue limpide nubi e le tue fronde / l'inclito verso di colui che l'acque / / cantò fatali, ed il diverso esiglio / per cui bello di fama e di sventura / baciò la sua petrosa Itaca Ulisse. / / Tu non altro che il canto avrai del figlio, / o materna mia terra; a noi prescrisse / il fato illacrimata sepoltura.



Back to front page