Collegati con noi

Collegati con noi in qualche modo...

attraverso Facebook, Twitter o con gli RSS



O

ISCRIVITI AI NOSTRI RSS FEED

Abbonati ai nostri RSS per essere sempre aggiornato sul nostro sito
Iscriviti

Frasi sull'argomento aborto 1

Jean Jacques Henner - La liseuse

dillo con parole sue

Piergiorgio Odifreddi : clicca per leggere tutte le frasi di questo autore Inserita circa 6 anni fa |Commenti(0) |

Valutata 2.6/5 (52.06%) (267 Voti)
Invia ad un amico Invia ad un amico:)

Wikipedia contiene una voce riguardanteWikipedia>>Piergiorgio Odifreddi

Sesto Non uccidere. / / Inteso in senso letterale il sesto comandamento proibisce non solo l’omicidio, ma anche la pena di morte e la guerra. Jahvé e gli Ebrei però non l’hanno inteso così, / come abbiamo avuto già più occasioni di mostrare: ricapitolando, infatti, le loro leggi prevedevano la pena di morte per il rapimento, l’omicidio, i maltrattamenti ai / genitori, l’adulterio, l’incesto, l’omosessualità, la bestialità, la magia, l’idolatria, la bestemmia e la violazione del sabato. / / In seguito i Cristiani hanno fatto lo stesso: non solo individualmente, ma anche / istituzionalmente. Senza dover risalire alle Crociate e alle guerre di religione, basta / infatti ricordare che il Vaticano ha applicato la pena di morte fino al pontificato di Pio IX, nell’Ottocento, e che la sua Legge Fondamentale del 1929 continuava a prevederla, tramite impiccagione: l’applicazione della pena è stata abolita da Paolo VI solo nel 1969, e la norma relativa è stata finalmente cancellata dalla Legge Fondamentale nel 2001. / / Ed è solo dal 1995, con l’enciclica di Giovanni Paolo II Evangelium Vitae (“Il / Vangelo della vita”), che il Vaticano è diventato ufficialmente abolizionista, / dichiarando: / / / sulla pena di morte si registra, nella Chiesa come nella società civile, una crescente tendenza che ne chiede un’applicazione assai limitata ed anzi una totale abolizione. / [...] / Naturalmente, si tratta di una posizione più che ragionevole, e soltanto non violenti / totali come il Mahatma Gandhi o il Dalai Lama potrebbero non condividerla. Ma si / tratta anche di una posizione che va contro il sesto comandamento, snaturandone la / natura di massima universale e facendolo diventare una calzamaglia elastica, che / ciascuno può indossare per coprire a piacere le proprie vergogne: non a caso, «non / uccidere» non è mai stato un freno alle guerre di conquista dei Cristiani, dal Santo / Sepolcro alle colonie antiche e moderne. / / Stupisce, dunque, che ad una così apertamente liberale lettura del comandamento a proposito di pena di morte e guerra, il Catechismo ne affianchi una così rigidamente conservatrice a proposito di aborto ed eutanasia, entrambi considerati atti «gravemente contrari alla legge morale»: il primo, in particolare, perché «l’essere umano, fin dal suo concepimento, va rispettato e protetto in modo assoluto nella sua integrità». / / Ed è una singolare caratteristica della Comunione Spirituale dei Conservatori / dichiarare, da un lato, che «il diritto inalienabile alla vita di ogni individuo umano, fin dal suo concepimento, è un elemento costitutivo della società civile e della sua legislazione». E, dall’altro lato, assegnare senza riserve quel diritto a feti che la vita ancora non l’hanno autonomamente, o a corpi vegetativi che ormai non sanno più di averla o non la vorrebbero più, ma alienarlo con riserve ad esseri che invece non solo ce l’hanno e sanno di averla, ma vorrebbero anche tenersela. / / Soprattutto, quando la «vita umana fin dal concepimento» è una novità pescata non / si sa dove, contraria non soltanto all’evidenza scientifica, ma anche alla tradizione teologica. Per quanto riguarda la prima, infatti, si sa che almeno fino al / quattordicesimo giorno dal concepimento il pre-embrione (che non a caso si chiama / appunto “pre-”) non può essere considerato un individuo attuale: prima del sesto / giorno, perché le sue cellule sono ancora totipotenti, e dunque ciascuna di esse è un / individuo potenziale; e tra il sesto e il quattordicesimo giorno perché il pre-embrione può ancora dividersi in gemelli monozigoti, e dunque nemmeno esso ha ancora / un’individualità attuale. / / (Perché non possiamo essere cristiani e meno che mai cattolici 2007 Longanesi ) / / / /



Back to front page