Collegati con noi

Collegati con noi in qualche modo...

attraverso Facebook, Twitter o con gli RSS



O

ISCRIVITI AI NOSTRI RSS FEED

Abbonati ai nostri RSS per essere sempre aggiornato sul nostro sito
Iscriviti

Frasi sull'argomento spiaggia 2

Woman Reading (Kuroda Seiki)

dillo con parole sue

Giorgio Caproni : clicca per leggere tutte le frasi di questo autore Inserita circa 4 anni fa |Commenti(0) |

Valutata 2.68/5 (53.65%) (230 Voti)
Invia ad un amico Invia ad un amico:)

Wikipedia contiene una voce riguardanteWikipedia>>Giorgio Caproni

Spiaggia di sera / / Così sbiadito a quest'ora / lo sguardo del mare, / che pare negli occhi / (macchie d'indaco appena / celesti) / del bagnino che tira in secco / le barche. / / Come una randa cade / l'ultimo lembo di sole. / / Di tante risa di donne, / un pigro schiumare / bianco sull'alghe, e un fresco / vento che sala il viso / rimane.



Eugenio Montale : clicca per leggere tutte le frasi di questo autore Inserita circa 4 anni fa |Commenti(0) |

Valutata 2.37/5 (47.49%) (195 Voti)
Invia ad un amico Invia ad un amico:)

Wikipedia contiene una voce riguardanteWikipedia>>Eugenio Montale

Casa sul mare / l viaggio finisce qui: / nelle cure meschine che dividono / l’anima che non sa più dare un grido. / Ora i minuti sono uguali e fissi / Come i giri di ruota della pompa. / Un giro: un salir d’acqua che rimbomba. / Un altro, altr’acqua, a tratti un cigolio. / / Il viaggio finisce a questa spiaggia / Che tentano gli assidui e lenti flussi. / Nulla disvela se non pigri fumi / La marina che tramano di conche / I soffi leni: ed è raro che appaia / Nella bonaccia muta / Tra l’isole dell’aria migrabonde / La Corsica dorsuta o la Capraia. / / Tu chiedi se così tutto svanisce / In questa poca nebbia di memorie; / se nell’ora che torpe o nel sospiro / del frangente si compie ogni destino. / Vorrei dirti che no, che ti s’appressa / l’ora che passerai di là dal tempo; / forse solo chi vuole s’infinita, / e questo tu potrai, chissà, non io. / Penso che per i più non sia salvezza, / ma taluno sovverta ogni disegno, / passi il varco, qual volle si ritrovi. / Vorrei prima di cedere segnarti / codesta via di fuga / labile come nei sommossi campi / del mare spuma o ruga. / Ti dono anche l’avara mia speranza. / A’ nuovi giorni, stanco, non so crescerla: / l’offro in pegno al tuo fato, che ti scampi. / / Il cammino finisce a queste prode / che rode la marea col moto alterno. / Il tuo cuore vicino che non m’ode / salpa già forse per l’eterno. / / (da Ossi di seppia, 1925)



Back to front page